Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

MITI e REALTÀ: comunicazioni interrotte

Lo scambio e la condivisione delle informazioni sono sempre citati fra i principali vantaggi del social networking. Mantenersi aggiornati sui temi d’interesse scambiando dati di qualsiasi tipo con la propria cerchia di amici, infatti, pare essere uno dei motivi principali per cui tante persone usano quotidianamente i vari Facebook e MySpace.

Visto che il problema del recupero delle informazioni nel Web è un tema costante di questo blog e che abbiamo anche già rilevato quanto i siti tipici del Web 2.0 complichino la situazione, oggi poniamo l’attenzione su un altro aspetto: l’interruzione della comunicazione determinata proprio dalla proliferazione di blog e social network.

È un paradosso, se si pensa che l’obiettivo dei social media dovrebbe essere esattamente il contrario, eppure succede proprio così.

Si scrive un testo (un post di un blog ad esempio) che si condivide subito con Facebook, si salva in del.icio.us, magari si mette in forma ridotta e con una foto su Flickr, ecc.
Amici e colleghi aggiungono un commento oppure dicono qualcosa via Twitter o avvertono altri amici e colleghi scrivendo a loro volta un post citando quello di partenza.
Senza dubbio chi scrive per primo può entrare in contatto con un pubblico immenso e da questo punto di vista la potenza dei blog e dei vari siti per il social networking non è in discussione. Come risultato, però, c’è anche un’interruzione nella conversazione che può anche finire in niente.

Non è facile (spesso è impossibile) recuperare tutta la conoscenza che si genera attorno a un certo argomento e una volta tanto non si tratta solo di un fallimento delle tecnologie per il recupero delle informazioni. Anche se i problemi tecnologici ci sono (come abbiamo già sottolineato più volte, non è vero che oggi ci basta aprire il browser e usare un qualsiasi motore di ricerca per arrivare a tutte le informazioni che ci servono), in questo caso sono coperti da un altro fallimento: la frammentarietà di riferimenti e commenti fa sì che, con estrema facilità, una conversazione s’interrompa perché viene sparpagliata chissà dove, facendo fallire l’idea stessa alla base dei social media.

Non tutte le novità vengono per migliorare :-)