Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Capire per tradurre senza tradire

È possibile con la tecnologia realizzare un sistema di traduzione automatica che superi i tanti limiti dei sistemi esistenti, limiti che li rendono sostanzialmente inutilizzabili per qualsiasi applicazione pratica?

Io penso di sì ma occorre abbandonare l’idea che possibile farlo in modo semplice e veloce grazie alla scoperta di qualche formula magica statistica: servono invece comprensione semantica del contenuto, una grossa quantità di informazioni concettuali e molto, molto lavoro per ogni lingua da gestire.

Per capire a che punto (deludente) siamo attualmente, basta provare i due sistemi che meglio rappresentano gli approcci attuali:

– tecnologia statistica usata dai Google language tools (solo per quelle lingue che hanno di fianco la parola “BETA”; le altre lingue sono gestite dal buon, vecchio Systran)
– tecnologia linguistica (senza semantica), come per i software per la traduzione resi disponibile dall’azienda PROMT

Non so se vi è mai capitato di usare questi sistemi; io ne parlerò in un prossimo post  e può essere divertente fare qualche prova di traduzione prima di leggere quanto scriverò.